Pubblicato il 06/03/2018

Bonomi, decisione Università premia nostro progetto

 

Prende forma la città della formazione e della ricerca

 

“La decisione definitiva dell’Università Statale di Milano di realizzare il campus delle facoltà scientifiche sull’area di Arexpo è la dimostrazione della bontà del progetto che stiamo già realizzando per sviluppare un grande Parco della Scienza, del Sapere e dell’innovazione che crei una sinergia virtuosa tra funzioni pubbliche e iniziative private. Nei prossimi anni saranno quindi ventimila persone, tra professori e studenti, che ogni giorno saranno presenti nel campus”.

 Lo afferma l’amministratore delegato di Arexpo Giuseppe Bonomi commentando la decisione definitiva dell’Università Statale di Milano di realizzare un nuovo campus delle facoltà scientifiche nell’area che ha ospitato l’Esposizione Universale del 2015.

 

“Questa scelta della Statale -sottolinea Bonomi- va nella direzione di rafforzare la sua offerta didattica attraverso delle strutture moderne e all’avanguardia per competere alla pari con le migliori strutture accademiche internazionali. Milano si dimostra così ancora una volta la città guida nel Paese nel mondo scientifico e della formazione”.  

 

“Arexpo darà a questo progetto tutto il suo supporto, un progetto che si integra perfettamente con la presenza di una importante infrastruttura di ricerca come Human Technopole e che tra poche settimane vedrà l’inizio della costruzione di un grande ospedale di rango Ircss come il nuovo Galeazzi. Queste tre funzioni pubbliche -spiega Bonomi- si completano a vicenda creando un vero e proprio hub della ricerca, della cura e dell’accademia unico in Italia e al livello delle migliori esperienze internazionali”. 

 

“Mettendo insieme le altre funzioni pubbliche e le tante aziende private che hanno già manifestato il loro interesse a essere presenti sulla nostra area stiamo realizzando una vera e propria nuova città della scienza e della ricerca con molte decine di migliaia di presenze. Un obiettivo straordinario che grazie anche alla decisione dell’Università è entrato sempre più nella fase di concreta attuazione”, conclude l’amministratore delegato di Arexpo.