Pubblicato il 19/01/2018

Firmato accordo regolarità, sicurezza lavoro e legalità

Un accordo operativo è stato firmato da Arexpo insieme ad Assimpredil Ance e Assolombarda Confindustria Milano Monza e Brianza con CGIL Milano, CISL Milano, UIL Milano e Lombardia, Fenal-Uil, Filca-Cisl e Fillea-Cgil per lo sviluppo delle fasi di affidamento ed esecuzione degli appalti che riguarderanno la valorizzazione e riqualificazione del sito di EXPO 2015.
AREXPO individuerà mediante procedure di affidamento ad evidenza pubblica, soggetti affidatari dello svolgimento di lavori di conservazione, rifunzionalizzazione, completamento, disfacimento, ripristino e riutilizzo di aree, edifici o manufatti di propria competenza situati all'interno ed al contorno dell'ex sito per l'Esposizione Universale di Milano 2015 e per ciascuna commessa si costituirà un Comitato per la Sicurezza. Attraverso un Osservatorio Permanente saranno costantemente monitorate la realizzazione e la concreta applicazione degli impegni assunti.
Le Parti Sociali sottoscrittrici affiancheranno AREXPO impegnata, con la conclusione allo nello sviluppo del percorso tecnico ed economico per la valorizzazione e riqualificazione del Sito. Una strategia che, viene riaffermato nell’accordo, non può prescindere dal coinvolgimento degli interessi locali e dalla promozione delle risorse del territorio, con particolare riferimento alle piccole e medie imprese locali. Inoltre, i firmatari parteciperanno alla cabina di regia e al tavolo di monitoraggio dei flussi della manodopera previsti nel Protocollo Prefettizio del settembre 2017.
In questo scenario, il pieno e attivo coinvolgimento delle Parti Sociali con i propri Enti paritetici è fondamentale per il contrasto del fenomeno del lavoro irregolare, per garantire l’applicazione dei contratti di lavoro e per articolare azioni efficaci di verifica della regolarità del lavoro, della sicurezza e della formazione.
L' “Accordo per la regolarità, la sicurezza del lavoro e la legalità nelle lavorazioni concernenti la rifunzionalizzazione dell'ex sito espositivo di Expo Milano 2015” prevede alcune alcuni passaggi significativi.

Nella fase di affidamento degli appalti
  *   Arexpo individuerà nei propri bandi di gara, nel rispetto delle previsioni normative e giurisprudenziali in materia di affidamento di appalti pubblici, modalità premiali e di coinvolgimento delle piccole e medie imprese del territorio;
  *   l’impresa assegnataria, informerà di eventuali subappalti la locale Casse edile, impegnandosi alla puntuale applicazione del vigente CCNL per i dipendenti delle imprese edili ed affini;
  *   negli appalti di lavori edili o prevalentemente edili l'impresa affidataria è tenuta ad osservare il trattamento economico e normativo previsto dai CCNL nonché dal relativo contratto territoriale sottoscritti dalle Associazioni sindacali maggiormente rappresentative sul piano nazionale;
  *   Arexpo negli atti di gara inserirà specifiche clausole sociali, nel rispetto dei principi dell'Unione Europea, volte a promuovere la stabilità occupazionale.

Nella fase esecutiva degli appalti
  *   per ciascuna commessa sarà costituto un Comitato per la Sicurezza, per gli aspetti relativi alla prevenzione e alla tutela della salute e dell’integrità fisica dei lavoratori;
  *   per il controllo della regolarità del lavoro, della sicurezza e della formazione in cantiere, Arexpo S.p.A. si impegna a verificare con INAIL ed il sistema bilaterale dell'edilizia, in coordinamento con Assolombarda, CGIL, CISL e UIL, la possibilità di replicare il positivo progetto “La formazione nei cantieri Expo 2015".