Pubblicato il 26/09/2017

Il nostro amministratore delegato Bonomi interviene a ‘Milan, a city of opportunities’

PROGETTO POST-EXPO RAFFORZA CANDIDATURA MILANO

AD AREXPO, IMPORTANTE COLLABORAZIONE PUBBLICO-PRIVATO

“Lo sviluppo della grande area che ha ospitato Expo Milano 2015 in un grande Parco Scientifico e Tecnologico di primario livello internazionale è uno dei punti di forza della candidatura di Milano come sede dell’Ema. La trasformazione già in corso è un’occasione unica e potrà diventare un esempio di come sfruttare al meglio l’eredità di un evento mondiale come quello di due anni fa”.

Lo ha affermato l’amministratore delegato di Arexpo Giuseppe Bonomi intervenendo oggi a Bruxelles all’iniziativa ‘Milan, a city of opportunities’ in relazione alla candidatura del capoluogo lombardo per ospitare la sede dell’Agenzia europea del farmaco.

“Grandi progetti come il nostro -ha spiegato Bonomi- si basano su di una visione che vede al primo posto l’innovazione e si avvalgono di una proficua collaborazione tra istituzioni pubbliche e private. La sola presenza di un campus universitario scientifico, di un istituto di ricerca che si candida a essere all’avanguardia in Europa come l’Human Technopole e di un nuovo ospedale impegnato anche nella ricerca sanitaria comporterà un indotto stimato in 7 miliardi di euro nei prossimi dieci anni.  Va poi aggiunta la volontà espressa da cinquanta società private, tra cui molte multinazionali, di insediarsi sull’area”.

“Tutto questo contribuisce a fare di Milano uno straordinario ‘hub’ per l’innovazione e per la ricerca a livello europeo e la presenza dell’Ema sarebbe il perfetto completamento di un impegno comune che negli ultimi anni ha già dato risultati positivi”, ha concluso Bonomi. 

 

 

 

 

Ufficio stampa

News Comunicati