Science Talk – Fake news e information overload: c’è una alternativa? In diretta streaming venerdì 21 maggio ore 18.30

Pubblicato il: 17/05/2021

21 maggio ore 18.30


Di cosa parliamo in questo ciclo?

L’epidemia di Coronavirus ha messo improvvisamente la scienza sotto i riflettori: la capacità di comprensione e descrizione del fenomeno, gli effetti sulla qualità della vita dei cittadini e la capacità di dare risposte alle emergenze sono diventati improvvisamente evidenti a tutti. Negli ultimi mesi abbiamo ascoltato grandi quantità di dati e di opinioni, spesso contrastanti, che hanno creato più confusione che chiarezza. Come orientarci rispetto alla miriade di informazioni alle quali siamo sottoposti, e come valutare le scelte della politica, a cavallo tra le raccomandazioni della scienza e la necessità di tenere conto dei bisogni umani?

Due incontri pubblici – che rientrano nel più ampio percorso Science for All – in cui scienziati, accademici e giornalisti dialogano per rispondere a temi scientifici di grande attualità e all’impatto che determinano sulle nostre vite.

#2 | 21 maggio – 18.30

Fake news e information overload: c’è un’alternativa? 

Con
Massimo Pigliucci, professore di filosofia al CUNY-City College di New York

Giovanni Testa professore di Biologia Molecolare all’Università Statale di Milano, Direttore del Centro di Ricerca Neurogenomica di Human Technopole

Chiara Ferrari Public Affairs Lead, Ipsos

Giovanni Azzone presidente Arexpo, già Rettore del Politecnico di Milano


Modera Chiara Albicocco, giornalista scientifica – Radio 24


In collaborazione con Human Technopole e Fondazione Feltrinelli.

 

Segui la diretta su Fondazione Live e sulla pagina Facebook di Fondazione Feltrinelli, 21 maggio ore 18.30

 

 

Appuntamenti precedenti


#1 | 28 aprile – 18.30

Scienza e politica. Quale dialogo?


Se è vero che la scienza fornisce indicazioni su come ci dovremmo comportare, tocca poi alla politica elaborare una mediazione che non solo crei consenso attorno a quelle raccomandazioni ma le riveda prendendo decisioni su cosa è meglio per la collettività. Il rischio che la scienza entri in dialogo diretto con i cittadini senza mediazione politica, o provi a sostituirsi a essa, è sotto gli occhi di tutti. Per contro il ricorso alla scienza dei politici non può essere arbitrario e le responsabilità delle scelte devono essere chiare.

Guarda la diretta:

 

2020 - 2021 © Arexpo